Home Page

 
 
Contenuti
 
Gli Psicologi
 
Organizzazione eventi
 
Press related
 
Attività del Consultorio
Consulenza Psicologica
Psicoterapia Individuale
Psicoterapia di Coppia
Psicoterapia di Gruppo
Disturbi d’Ansia e Attacchi di Panico
Stress e Disturbo post-traumatico
Disturbi psicosomatici
Disagi relazionali ed esistenziali
Disturbi psicosessuali
 
 
Contatti

«E' vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei.»

Jean-Paul Sartre

La psicoterapia della Gestalt, prende come punto di partenza qualcosa di talmente ovvio che le nostre scienze umane e sociali sembrano in genere lasciarsi sfuggire: lo scambio che incessantemente avviene tra l’organismo umano e l’ambiente che lo circonda, in tutte le aree della vita lega inestricabilmente la persona al mondo e viceversa. Respirare significa assorbire ossigeno e restituirlo in una forma diversa, mangiare implica afferrare parti della natura e convertirle in qualcosa di digeribile, parlare significa parlare a qualcuno, che in genere può rispondere, fare l’amore significa che due persone si concedono l’uso più intimo del proprio corpo.

Il mondo della psicoterapia della Gestalt è un mondo affollato, ronzante di continue azioni e transazioni, un posto in cui il cambiamento è costante. All’interno di questo continuo fluire, l’esperienza del “sé” cambia in dimensione e prospettiva a seconda di ciò che succede. Può essere molto piccola, quasi trascurabile quando si ci si perde nella contemplazione di un’opera d’arte, può però occupare tutto il proscenio della consapevolezza quando si sente un dolore; in questo caso il sé diventa il dolore.

Nella relazione con il paziente, il terapeuta presta attenzione a ciò che appare, così come gli appare, cercando di esplorare tutto lo spessore e coglierne i dettagli, le sfumature, i ritmi; il terapeuta è un patner che si prende cura all’interno di una relazione umana, nella quale la soggettività del paziente ha un ruolo decisivo per la costruzione dei significati. L’attenzione del terapeuta al tempo presente, a ciò che accade al qui- ed- ora è centrale, anche il ricordare ed il progettare sono intesi come azioni del presente. La terapia della Gestalt è interessata all’esser-ci del paziente e del terapeuta. Ma di quale presente si parla?Il presente che viene co-costruito e condiviso tra terapeuta e paziente, il confronto tra percezioni e vissuti che si rendono visibili nel linguaggio e nella corporeità.

«L'uomo non è la somma di quello che ha, ma la totalità di quello che non ha ancora, di quello che potrebbe avere.»

 
Contatti
 
Manda un E-Mail
 
Link Utili
 
Link amici
 
 
 
Powered by StarNetwork Srl ::: WebMaster Contact